Modena, discriminazione Green pass: denunce a raffica contro Draghi

Questa mattina davanti alla Procura di Modena erano una quarantina le persone in fila, ognuna con la sua denuncia in mano.

Decine di persone in fila per denunciare Draghi e il Governo per la discriminazione messa in campo con le normative sul Green Pass.
Questa mattina davanti alla Procura di Modena erano una quarantina le persone in fila, ognuna con la sua denuncia in mano: troppo poco il tempo concesso (dalle 12 alle 12.30) per accogliere tutte le domande e così domani tanti torneranno.
Nella denuncia, redatta dall’avvocato Marco Mori, si chiede - come già avvenuto in tante città italiane - che il presidente del Consiglio sia incriminato per il reato di violenza privata ex 610 del codice penale.

Nel mirino dei cittadini in fila le discriminazioni subite dai lavoratori della scuola, delle forze dell'ordine e della sanità sprovvisti di super green pass e quindi sospesi dal loro incarico, ma anche il divieto di fare sport e di salire sul bus per i minorenni non vaccinati.

Articoli Correlati