L’Istituto Superiore di Sanità rivela che i vaccinati rappresentano adesso 7 decessi su 10 per Covid-19

Covid-19 – I decessi stanno ricominciando a salire in tutta Italia nonostante milioni di persone siano ora vaccinate

con tre dosi, e gli ultimi dati ufficiali del governo mostrano che la popolazione vaccinata rappresenta 7 su 10 di questi decessi, oltre a 8 casi e ricoveri su 10 e 7 su 10 ricoveri in terapia intensiva.

L’Istituto Superiore di Sanità pubblica un rapporto periodico sulla sorveglianza Covid-19,

l’ultimo dei quali è accessibile qui, o l’elenco completo dei quali è accessibile qui.

Nell’ultimo rapporto, i dati sui casi di Covid-19, i ricoveri e i decessi si trovano nelle tabelle 4a, 4b e 4c alle pagine 26, 27 e 28.

La seguente tabella è stata generata a partire dai dati riportati nella Tabella 4A nella sezione ‘Diagnosi tra 25/02/2022 – 27/03/2022’ e riporta il numero totale di casi in tutta Italia per stato vaccinale.

 

In tutto, tra il 25 febbraio e il 27 marzo 22, l’Italia ha registrato 1.594.849 infezioni da Covid-19 e ben 1.284.615 di queste erano tra la popolazione vaccinata, il che significa che i vaccinati hanno rappresentato l’81% di tutti i casi di Covid-19 in un mese.

I non vaccinati hanno rappresentato solo 310.234 casi, i vaccinati a una dose 36.199 casi, i vaccinati a due dosi 329.016 casi e i triplamente vaccinati e potenziati hanno rappresentato la cifra scioccante di 919.400 casi. Ciò significa che i vaccinati con tre dosi e potenziati da soli hanno rappresentato il 58% di tutti i casi di Covid-19 in tutta Italia tra il 25 febbraio e il 27 marzo 22.

In queste 4 settimane, l’Italia ha riportato un totale di 17.536 ricoveri per Covid-19 e 13.372 di questi erano tra i vaccinati. Ciò significa che i vaccinati hanno rappresentato il 76% di tutti i ricoveri per Covid-19 tra l’11 febbraio e il 13 marzo 22.

I non vaccinati hanno rappresentato 4.164 ricoveri, i parzialmente vaccinati 672 ricoveri, i vaccinati completi 3.262 ricoveri e i vaccinati di richiamo 9.438 ricoveri. Ciò significa che i vaccinati con 3 dosi e potenziati da soli hanno rappresentato il 54% di tutti i ricoveri per Covid-19 in tutta Italia tra l’11 febbraio e il 13 marzo 2022.

La seguente tabella è stata generata dai dati presenti nella Tabella 4B nella sezione ‘Diagnosi tra 11/02/22 – 13/03/22 con ricovero in terapia intensiva e riporta il numero totale di ricoveri in terapia intensiva Covid-19 in tutta Italia per stato vaccinale –

In queste quattro settimane, 907 persone sono state purtroppo ricoverate in terapia intensiva con Covid-19, ma ciò che è ancora più spiacevole è che il 70% di essi era vaccinato, con 635 ricoveri in terapia intensiva registrati tra la popolazione vaccinata nel suo complesso.

I non vaccinati hanno subito 272 ricoveri in terapia intensiva, i parzialmente vaccinati hanno subito 40 ricoveri in terapia intensiva, i completamente vaccinati hanno subito 157 ricoveri in terapia intensiva e i vaccinati con tre dosi hanno subito 438 ricoveri in terapia intensiva. Ciò significa che i vaccinati con tre dosi e potenziati da soli hanno rappresentato il 48% di tutti i ricoveri in terapia intensiva Covid-19 tra l’11 febbraio e il 13 marzo 2022.

L’Italia ha registrato 3.798 decessi tra il 4 febbraio e il 6 marzo 2022, e 2.649 di questi decessi sono stati tra la popolazione vaccinata, il che significa che i vaccinati hanno rappresentato il 70% di tutti i decessi in queste quattro settimane.

La popolazione non vaccinata ha rappresentato 1.149 decessi, i parzialmente vaccinati hanno rappresentato 160 decessi, i completamente vaccinati hanno rappresentato 801 decessi e i potenziati hanno rappresentato 1.688 morti. Ciò significa che i vaccinati con tre dosi e potenziati da soli hanno rappresentato il 44,4% di tutti i decessi covid-19 tra il 4 febbraio e il 6 marzo 2022.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, la popolazione vaccinata conta attualmente 8 casi di Covid-19 su 10, 8 ricoveri su 10, 7 su 10 ricoveri in terapia intensiva e 7 decessi su 10.

Sfortunatamente questi terribili dati non sembrano eesere destinati a migliorare presto perché gli ultimi rilevamenti mostrano che i decessi stanno iniziando a salire di nuovo in tutta Italia.

 
La domanda è se siano i vaccinati o i non vaccinati a rappresentare la maggior parte di quelle morti. Purtroppo, lo scopriremo nelle settimane a venire.
 

Articoli Correlati